L’istante in cui a Marta si infranse il cuore

Marta non poteva saperlo. Non poteva immaginare minimamente come sarebbero andate le cose e che quel giorno il suo cuore si sarebbe infranto. Ero all’aeroporto a cinque passi da lei quando avvenne l’increscioso fatto e credetemi, per lei non è stato semplice. Ma andiamo per ordine…

Marta nasce 29 anni fa, a Padova. La sua vita trascorre regolare fino a quando all’età di 17 anni, si innamora perdutamente di un suo compagno di scuola: Andrea. Il classico innamoramento genuino, disinteressato e puro che avviene al liceo. Tra i due si viene a creare una fortissima sinergia, alimentata giorno per giorno dall’Amore che li lega. Appena compiuti 18 anni e presa la patente, Andrea non esita un momento a farle una sorpresa portandola per un weekend a Venezia, posto che i due non avevano mai visitato. Marta non scorderà mai quei meravigliosi giorni trascorsi lontano da tutti e da tutto, completamente immersa nell’Amore. Passano i mesi e purtroppo come certe volte accade, durante lo stesso periodo i due innamorati crescono diversamente. Se da un lato Andrea a 20 anni era ancora un ragazzetto, Marta iniziava ad essere una vera e propria donna. Considerato questo disallineamento, le discussioni tra i due aumentano giorno dopo giorno. Incomprensione dopo incomprensione, il meraviglioso Amore che li legava tre anni fa era ormai soltanto un vecchio ricordo ed i due di comune accordo decidono di prendersi una pausa. Non fu facile, entrambi versarono lacrime, ma col passare del tempo tutte le cose si sistemarono.

…Non fu infatti questo il momento in cui a Marta si infranse il cuore…

Superato lo scossone, la ragazza perse un attimo l’integrità che la caratterizzava. Quasi come in segno di ribellione a questa spiacevole avventura amorosa, iniziò a rifiutare ogni potenziale ed eventuale legame con un uomo. Si lasciò infatti andare ad innumerevoli scappatelle che seppur piacevoli in quel preciso istante, col passare del tempo la logorarono irrimediabilmente.

Un bel giorno Marta stava andando al lavoro in bicicletta quando d’un tratto, per colpa di una buca, le scappa la catena. Si accosta sul bordo della strada nella speranza di risolvere il problema, ma nonostante i bizzarri tentativi proprio non ci riesce. Sul lato opposto della strada, il buon Alessio se la ride di gusto osservando la scenetta, ma poi mosso dal buonsenso decide di andare ad aiutarla.

Alessio: “Ciao! Ti serve una mano?”
Marta: “Si guarda se sai come sistemarla mi faresti un piacere enorme!”

Determinato a risolvere la situazione, Alessio si avvicina alla bicicletta e si mette all’opera. Nel frattempo i due si perdono fra mille chiacchiere e scoprono di avere molto in comune. Tra l’altro, lavorano a 300 metri di distanza l’uno dall’altra. Considerato che hanno la pausa pranzo nello stesso orario, decidono di darsi appuntamento per le 12:30 al ristorante a metà strada tra i loro uffici. Pranzano insieme e l’intesa si fa sempre più forte. Come prevedibile, col passare dei giorni tra i due nasce l’Amore. Lei 22 enne, lui 27 enne, accomunati da mille passioni e da progetti di vita comuni. L’intesa tra i due è talmente forte che dopo un anno di fidanzamento decidono di andare a convivere. I primi mesi di convivenza sono così belli e spensierati che trovare le parole per descriverli è compito arduo. Stava procedendo tutto meravigliosamente quando avvenne l’imprevedibile: da un giorno all’altro, Alessio perde la testa per la sua nuova collega, Giorgia. Nonostante provi con tutto se stesso ad ignorare questa attrazione, proprio non ci riesce. Finalmente un giovedì sera trova la forza di dire tutto a Marta, che inevitabilmente scoppia in lacrime. I due si lasciano. E’ un durissimo colpo per la ragazza che però ancora una volta, col sostegno di amici e famiglia, riesce a ritrovare la sua serenità.

…Non fu infatti questo il momento in cui a Marta si infranse il cuore…

Ormai 25 enne e con le idee ben chiare, Marta sa bene cosa vuole nella sua vita: un bravo ragazzo con cui sposarsi e metter su famiglia. Considerate le delusioni precedenti, affronta ogni nuova conoscenza maschile con un pizzico di diffidenza. Passano i mesi e con sommo dispiacere si rende conto di come col passare del tempo, le attenzioni che gli uomini le rivolgono vanno sempre più scemando. In alcune giornate “no”, addirittura pensa che resterà zitella a vita. Poi la svolta: il direttore della banca dove Marta lavora raggiunge i 65 anni di età e va in pensione. Al suo posto arriva Mauro, trentaduenne, in gamba e con la testa sulle spalle. Considerate le attenzioni che riceve da tutte le impiegate, il buon Mauro sembra un po’ il galletto nel pollaio. Tuttavia, il rapporto con Marta si rivela ben presto essere speciale. A distanza di un anno dal giorno in cui si conobbero, i due decidono di andare convivere. L’anno successivo si sposano e ben presto hanno due splendidi figli. Marta è la donna più felice del mondo e tutto sembra procedere a gonfie vele, ma non immagina neanche cosa sarebbe accaduto quello sciagurato primo di maggio. Avendo deciso di andare al cinema con l’amica, alle 20 esce di casa in direzione cinema. Appena arrivate però, le due amiche si rendono presto conto che stasera non vedranno alcun film: è il primo maggio, festa del lavoro, ed il cinema è giustamente chiuso. Ne approfittano per fare due chiacchiere, per poi tornare presto dalle rispettive famiglie. Marta torna a casa, parcheggia l’auto ed entra in casa. Non può assolutamente credere ai suoi occhi quando vede Mauro nudo nel divano insieme a Sara, una sua collega. Famiglia rovinata. Futuro rovinato. Separazione. Divorzio. Ma Marta è forte e ancora una volta supera il duro colpo.

…Non fu infatti questo il momento in cui a Marta si infranse il cuore…

Stufa di tutto e di tutti, decide di andare da sola in vacanza in Thailandia, al caldo. Riflette molto in aereo e finalmente arriva a destinazione. Scende, recupera la sua valigia ed in preda all’euforia non può resistere alla tentazione di farsi un selfie. Ultimamente infatti è afflitta da una forma quasi patologica di Social-newtorkite acuta. Fra condividi, mi piace, aggiungi agli amici e accetta richiesta, pare una matta. Il godimento che prova quando vede 50 mi piace in una sua foto è un qualcosa di eccezionale, difficilmente descrivibile a parole. Si avvicina di corsa ad un cartellone con scritto “Welcome to Thailand!” e tira fuori di fretta il suo Smartphone, pregustando il fiume di mi piace in arrivo. Non poteva però immaginare cosa stava per accadere: nell’atto di tirarlo fuori dalla borsetta, il tanto agognato Smartphone le cade per terra. Attimi di panico per la povera Marta, che immobile osserva il telefono giacente per terra, con lo schermo rivolto verso il pavimento. Incredula e frastornata, raccoglie il telefono, lo gira e guarda lo schermo: disgraziatamente, si è infranto.

Questo, signori, fu l’istante in cui a Marta si infranse il cuore.

Nota: Storia completamente inventata, ispirata alla sofferenza che ho visto dipinta in volto ad una ragazza quanto all’aeroporto le cadde lo Smartphone.


Non perderti: 6 segnali che suggeriscono l’approccio di una ragazza


Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo![whohit]L’istante in cui a Marta si infranse il cuore[/whohit]

Lasciami la tua mail e ricevi un avviso ad ogni nuovo articolo:


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SnowLEGGI COME